22 febbraio 2014 - Coppa San Geo

Sabato 22 febbraio scatterà ufficialmente la stagione agonistica 2014 per la categoria Elite e Under 23. Come tradizione, appuntamento di apertura del calendario nazionale sarà la Coppa San Geo, giunta quest'anno alla 90esima edizione e abbinata al 44° Trofeo Caduti di Soprazocco - Memorial Italo Ragnoli.
La classica bresciana per Under 23 ed Élite prenderà il via alle ore 12.30 da Soprazocco, e precisamente davanti alla Trattoria alle Trote dei fratelli Ottolini, per concludersi, dopo 157 chilometri, a Prevalle, davanti alla sede dell'azienda Delio Gallina.
L'organizzazione sarà curata dal Gs San Geo del presidente Gianni Pozzani che per questa edizione numero 90 ha deciso di proporre un percorso rinnovato rispetto alle ultime edizioni con un percorso più adatto alle ruote veloci: via ufficiale in programma alle 12,30 da via Bariaga a Soprazocco di Gavardo (BS), dieci le tornate in programma: le prime sei sul circuito ondulato di 18 chilometri tra le località di Soprazocco, Muscoline, Calvagese, Prevalle e Gavardo, le altre quattro, dopo un tratto in linea, sull'anello pianeggiante di 5,5 chilometri nei dintorni di Prevalle, per un totale di poco meno di 157 chilometri.
Un anno fa a vincere fu Matteo Collodel della Marchiol, ma quest'anno sarà una corsa presumibilmente diversa. C'è come sempre grande attesa per vedere all'opera le nuove squadre, soprattutto le "corazzate" Zalf, Colpack e General Store che appaiono le squadre meglio attrezzate per vivere una stagione da grandi protagoniste. Ma non sono da escludere sorprese, soprattutto al debutto.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.