1 luglio 2007 - Freccia dei Vini

Si corre la 36° Freccia Dei Vini - Memorial dott. Luigi Raffele, corsa nazionale su strada riservata alla categoria Elite/Under 23, organizzata dall'Asd Orga Sport Amici Della Freccia - Luigi Raffele di Vigevano.
La corsa inizia da Piazza Ducale, dove la bandierina abbassata dalla sig.ra MariaGrazia Losito, vedova di Luigi Raffele, e da Marino Cividati, presidente del Consiglio Comunale, danno il tradizionale segnale di avvio. Il via effettivo da corso Pavia, seguito da tre giri sprint: il primo se lo aggiudica Malosti della Pregnana, mentre gli altri due se li aggiudica l'ucraino Popkov, che conquista così il 25° Trofeo Pina e Mario Bazzigaluppi. Lasciato l'abitato di Vigevano, la carovana prende la strada per l'oltrepo con andatura abbastanza sostenuta e qualche sporadico allungo, prontamente annullato dagli uomini della Pagnoncelli e della Palazzago che controllano la corsa in attesa delle asperità. La prima selezione all'inizio della salita che porta al GPM di Corvino S. Quirico, ma quella vera è fatta dal temuto Muro di Donelasco. Il giovane lodigiano Bruno Rizzi, dopo il gran premio della montagna di Castana, dove è transitato con altri otto fuggitivi, tra cui il bravo pavese della Viris Vigevano, Luca Santimaria, saluta tutti ed inizia l'assolo, con un vantaggio, a una decina di chilometri, che raggiunge il massimo di circa 3' sul primo gruppetto inseguitore. Il suo imperioso stacco e le scalate collinari, producono una vorticosa selezione tra i corridori, con numerosi ritiri. Il passaggio del vincitore sotto lo striscione d'arrivo nei tre giri finali, viene scandito dall'apoteosi e dagli applausi del numeroso pubblico presente. Secondo è Cristiano Colombo con un ritardo di 2'05", terzo Luca Gasperini a 3'27". Sui 99 partenti di Vigevano, tagliano il traguardo solo 27 atleti.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.