G.P. Castrocaro Terme - Forli

Gara internazionale a cronometro individuale a cura della U.S. "Forti e Liberi" di Forlì con l'appoggio di diversi sponsor succedutisi nell'arco di tempo in cui è stata organizzata (dal 1958 al 1979). Per insormontabili difficoltà organizzative non ha avuto luogo nel 1964, 1966, 1975 e 1976. Tranne che per quattro edizioni ('58, '61, '78 e '79) effettuate in altri periodi dell'anno, la corsa si è svolta sempre tra la prima e la seconda metà di giugno.
L'idea di una gara a cronometro di risonanza internazionale per professionisti, da effettuarsi nell'ambito forlivese, nasce nel 1957 da una serie di colloqui tra Giorgio Ceroni, allora direttore sportivo della U.S. "Forti e Liberi", il sig. Bruno Ugolini titolare della "Tendicollo Universal" e il sig. Aurelio Gaudenzi. A Ugolini piace l'idea e decide di patrocinarla; in breve si costituisce un Comitato organizzatore animato, tra gli altri, dal dinamico Michele Raffaelli. Il battesimo di questa corsa avviene nel maggio 1958 con la presenza di oltre 100.000 spettatori.
Per i primi due anni il percorso della gara, denominata Trofeo Tendicollo Universal, consiste in un anello pianeggiante che congiunge le località di Carpena - Bivio Meldola - Forlimpopoli - Ronco - Carpena. Questo tracciato però impone la deviazione del traffico dalla via Emilia a vie secondarie e crea disagi a quanti da Cesena si devono spostare verso Imola. Qunai per superare questa difficoltà dal 1960 al 1963 si decide di trasferire la corsa sul circuito di Villafranca con un percorso sempre pianeggiante. Dopo la forzata interruzione nel 1964 la corsa riprende sotto altra denominazione: Gran Premio di Castrocaro utilizzando il circuito panoramico di Castrocaro Terme che include l'impegnativo tratto della salita di Massa. Quindi si passa ad un percorso misto con partenza ed arrivo a Castrocaro attraverso Ladino - Vecchiazzano - Massa. Questo il teatro della gara fino al 1978; nel 1979 cala il sipario sulla corsa con un'edizione che si svolge nel modificato circuito di Vecchiazzano (Vecchiazzano - Massa - Ladino - Vecchiazzano). I plurivicitori di questa entusiasmante corsa a cronometro sono: Felice Gimondi, Ercole Baldini e Jacques Anquetil giunti al primo posto rispettivamente cinque, quattro e tre volte.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.