Giro di Sicilia

L'idea di creare una corsa a tappe in Italia maturò nei primi sei mesi della disputa del Giro di Francia, quando già esistevano gare ciclistiche su strada, alcune delle quali divennero poi classiche come il Giro di Lombardia (1905) e la Milano-Sanremo (1907). Alla Gazzetta dello Sport, già allora il più autorevole e qualificato giornale sportivo, nessuno aveva mai pensato di creare una grande corsa a tappe. Doveva essere invece un entusiasta mecenate dell'Italia insulare a prendere l'iniziativa di far svolgere in Sicilia una corsa ciclistica del genere. Il suo nome era Vincenzo Florio e dopo essersi fatto promotore di svariate competizioni sportive indisse e finanziò il Giro Ciclistico della Sicilia.
La prima edizione si svolse dal 2 al 13 ottobre del 1907 e venne vinta da Carlo Galetti con 18 punti seguito da Ganna con 22 punti e Zoffoli con 26. Purtroppo questa gara, cara agli sportivi italiani, venne sospesa nel 1960 e nel 1977 si è svolta l'ultima volta con la vittoria di Giuseppe Saronni.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.