G.P. di Lugano

Nato nel 1950 fu un'invenzione di Renato Faccoli, direttore sportivo della Società Sport 1905 Lugano, e patrocinato per le prime cinque edizioni dai fratelli Vittorio e Sandro Vanini.
La prestigiosa e popolare gara a cronometro portò a Lugano campioni di prima grandezza del ciclismo mondiale: da Fausto Coppi a Jacques Anquetil, da Ferdi Kubler a Hugo Koblet, da Gino Bartali a Louison Bobet e tanti altri.
Dal 1950 al 1979 vennero organizzate complessivamente 27 edizioni del Gran Premio di Lugano, poi, a causa dei costi sempre più alti e di un calendario internazionale troppo denso di appuntamenti, l'organizzazione si trovò difronte a difficoltà rivelatesi insormontabili. Persa l'attrattiva di un tempo, dopo tre edizioni "saltate" e un ultimo tentativo di tenerlo in vita, alla fine degli anni Settanta venne messa la parola fine al glorioso Gran Premio.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.