Albert Depreitere

Nato il 12 ottobre 1915 a Rumbeke, deceduto a Staden-Westrozebeke il 30 giugno 2008. Si potrebbe dire: un peccato per il ciclismo. Già perché l'impresa dell'allora ragazzino Depreitere alla "Wevelgem", lasciava presagire doti non indifferenti per questo sport, avviato nel tempo di Albert, verso quella fase di modernizzazione e di mondializzazione, che la guerra arrestò solo in parte. Lui, non veniva da famiglia poverissima e scelse l'attività commerciale di casa come via del futuro. La bicicletta fu una parentesi, che il pragmatico e razionale ragazzo di Rumbeke, volle considerare come tale e che nei 73 anni di vita successivi al suo ritiro, avvenuto proprio nel 1935, stagione della sua vittoria nella Gand Wevelgem, non rimpianse mai. E si è sempre sentito contento per aver potuto vivere nel mondo in cui ha vissuto. Questo ragazzo dunque poteva essere una promessa, ma non passò mai professionista. Resta il fatto che nell'occasione di Wevelgem superò, per tanti aspetti umiliandoli, corridori che poi faranno una grande carriera, come ad esempio Lucien Storme, il quale, solo tre anni dopo, vincerà la Parigi Roubaix.
Articolo inviato da: Maurizio Ricci (Morris) ()