22 marzo 2015 - Milano-Sanremo

Il 22 marzo è il grande giorno della Milano-Sanremo 2015, ossia la Classicissima, che non perde fascino, anzi ne acquista, edizione dopo edizione e ora siamo alla numero 106.
Partenza prevista alle ore 10:10 da via della Chiesa Rossa a Milano dopo il ritrovo dalle 8:10 in Piazza Sempione-Arco della Pace.
Il percorso è lungo 293 km ed è quello classico che prevede i passaggi sul Turchino, i Capi Mele, Cervo e Berta, la Cipressa e poi il Poggio di Sanremo, il trampolino verso l'arrivo che quest'anno torna in via Roma. L'ultimo a vincere con il traguardo posto in via Roma è stato Oscar Freire nel 2007, e l'anno prima si impose Pippo Pozzato, ultimo italiano in assoluto a vincere la Classicissima. Dal 2008 al 2014 l'arrivo è stato posto invece in piazzale Calvino, dove l'anno scorso a trionfare è stato Alexander Kristoff. L'arrivo in via Roma è stato un punto fermo della Milano-Sanremo dal 1949 al 1985 e poi di nuovo dal 1994 al 2007, mentre dal 1986 al 1993 è stato in via Cavallotti (dove la corsa si era conclusa anche nel lontano 1907).
Al via ci saranno 200 corridori, divisi in 25 squadre da otto atleti ciascuna, vale a dire le 17 squadre dell'Uci World Tour più otto invitate che sono Androni-Sidermec, Bardiani-CSF, Bora-Agrgon 18, CCC Sprandi, Colombia, Nippo Fantini, Southeast e UnitedHealthCare.
Gli ex vincitori presenti nella start list sono sei: Fabian Cancellara della Trek, che ha trionfato nel 2008, è arrivato secondo nel 2011, 2012 e 2014 e terzo nel 2013, Filippo Pozzato della Lampre-Merida, vincitore nel 2006 e secondo nel 2008, Mark Cavendish dell'Etixx-Quick Step, vittorioso nel 2009, Gerald Ciolek della MTN-Qhubeka, primo nel 2013, Alexander Kristoff del Team Katusha, vincitore l'anno scorso e Matthew Goss dell'Orica GreenEdge primo nel 2011. Questi nomi vanno ovviamente di diritto tra i favoriti, ma ci sono molti altri, a partire da Peter Sagan della Tinkoff-Saxo (secondo nel 2014 e quarto nel 2012) che ogni anno è sempre più agguerrito e questo potrebbe essere quello giusto per scrivere anche il suo nome nell'albo d'oro della Classicissima. Ma occhio anche a Ben Swift del Team Sky (terzo nel 2014), John Degenkolb della Giant-Alpecin, Philippe Gilbert e Greg Van Avermaet della BMC, Zdenek Stybar dell'Etixx-Quick Step, Tony Gallopin e André Greipel della Lotto-Soudal, Michael Matthews dell'Orica GreenEdge, Davide Cimolai della Lampre-Merida, Franco Pellizzotti dell'Androni, Sonny Colbrelli della Bardiani e poi, in una corsa come questa che sarà anche condizionata dal meteo, ci può essere anche una sorpresa.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.