Storia di Piero Bertolazzo

Fenomenale tra i dilettanti; nel 1929 diventò campione del Mondo su strada a Zurigo, battendo in volata un gruppetto di compagni di fuga. Nel 1930, nel mondiale dilettanti di Liegi, mentre si apprestava a disputare la volata venne fermato da una foratura e si piazzò nono. La sua dote principale era la velocità, ma deluse in maniera incredibile le aspettative da professionista, non riuscì mai ad emergere né ad ottenere risultati significativi. Abbandonò l'attività agonistica nel 1934 dopo quattro anni da professionista, entrando a far parte del personale del giornale La Stampa. Successivamente è stato anche Direttore Sportivo (in particolare di Frejus ed Ignis)