Johan Capiot

Nato a Rijkhoven il 12 aprile 1964, professionista dal 1986 al 2000 con 55 vittorie su strada. Potremmo chiamarlo l'amico del Brabante, visti i suoi ripetuti successi su quella terra. Capiot era un corridore veloce, temibile, ma amava la linearità di gara e pagava alla lunga gli sbalzi di ritmo delle classicissime. Sbalzi che molto spesso si chiamavano asperità, muri, cote. Oddio, non è che non riuscisse a digerirle, ma non come avrebbe voluto il suo sprint, per emergere come voleva. Una carriera dunque densa di pochi grandi traguardi, ma tanti medi, proprio come era il Johan Capiot corridore. In successione i suoi principali successi: GP André Defoort, Beveren-Waas e G.P. Alberic Scotte nel 1986, Veenendaal-Veenendaal nell '87, Freccia del Brabante '88, Freccia del Brabante '89, Het Volk, Hengelo - Nacht van Hengelo '90, Paris-Tours '91, Het Volk e Freccia del Brabante '92, Flèche de Liederkerke'93, G.P. Samyn e Clasica de Almeria '94, G.P. Samyn '95, Attraverso il Morbihan, Heusden-Destelbergen e Tienen-Bost '96, G.P. Wanzele '98.
Articolo inviato da: Maurizio Ricci (Morris) ()