12 agosto 2012 - Trofeo Adolfo Leoni

Domani si corre la gara nazionale per élite ed under 23 sulla distanza di 162 chilometri con partenza e arrivo a Rieti
Gli organizzatori dell´Unione Ciclistica Rieti stanno ultimando la composizione del cast di atleti per garantire il giusto spessore tecnico alla trentesima edizione del Trofeo Adolfo Leoni-3°Memorial Lorenzo Aguzzi riservata alla categoria dilettanti élite-under 23 in programma domani, domenica 12 agosto. Alle già citate Aran Focus-D´Angelo&Antenucci-Farnese Vini, Monturano Civitanova Cascinare, Ciclistica Sestese, Britannico Grottaglie, Hopplà Wega Truck Italia Valdarno, Etruria-Amore&Vita e la Vega Montappone del campione italiano in carica della categoria élite Matteo Di Serafino, si sono aggiunte la Scap Prefabbricati Foresi e la Gruppo Lupi di San Marino.
Il tracciato di gara di 162 chilometri trova la sua nuova collocazione nella zona di Chiesa Nuova con un breve tratto in linea prima di iniziare il circuito attorno a Rieti di 16 chilometri da ripetere sette volte e altrettanti passaggi sotto il traguardo di Via Canali. Segue un altro tratto in linea che lascia spazio a un giro conclusivo di 30 chilometri circa a nord di Rieti con il passaggio a Madonna del Cuore e Via Torretta. Da qui, occhio a non sottovalutare le salite di Cantalice e Castelfranco (dal versante di Vazia) per poi ritornare a Rieti. Un'insidia per qualche velocista che dovrà darsi un gran da fare per resistere a coloro che vorranno quasi sicuramente rendere la corsa dura sulle due rampe finali.
La passione dell'instancabile Giuseppe Peron, presidente dell'Unione Ciclistica Rieti, e dei suoi collaboratori ha permesso di portare avanti l'allestimento della corsa che è entrata nel Dna del pubblico reatino e degli appassionati di ciclismo nonostante le attuali difficoltà economiche.
Il Trofeo Adolfo Leoni-Memorial Lorenzo Aguzzi gode del patrocinio della Regione Lazio, della Provincia e del Comune di Rieti e ha in GSE Srl, Caffè Moca Roma, Fondazione Varrone, Onoranze Funebri Fabio Grillo, Focosiannello, Marconi Costruzioni srl gli sponsor ufficiali.
Tanti sono i nomi eccellenti nell´albo d´oro di questa manifestazione che ha saputo imporsi nella scena ciclistica nazionale ed internazionale. Una storia iniziata nel lontano 1977 con la vittoria di Giuseppe Dello Marino, nel 1981 Stefano Giuliani (attuale direttore sportivo della Farnese Vini-Selle Italia di Filippo Pozzato, Matteo Rabottini e Andrea Guardini), nel 1984 Rodolfo Massi (vincitore del Giro del Mediterraneo e di una tappa al Tour de France nel 1998).
Dal 1985 la gara assunse la qualifica internazionale con la vittoria del polacco Andrzej Sederiuk e poi via via un lungo scorrere di nomi importanti che si sono affermati nelle categorie superiori come Djamolidine Abdoujaparov (accerrimo rivale tra i professionisti con Mario Cipollini) nel 1986, Luigi Bielli (attuale commissario tecnico del settore amatoriale federale) nel 1993, Gabriele Missaglia nel 1994, Marco Antonio Di Renzo nel 1995 e Alberto Ongarato nel 1997.
Nell´edizione 2003 si presentò al via del Trofeo Adolfo Leoni la nazionale azzurra under 23 dell´ex ct Antonio Fusi che scelse di preparare sulle strade di Rieti l´imminente europeo under 23 di Atene vinto dall´allora campione italiano Giovanni Visconti che corse il Leoni assieme a Vincenzo Nibali, Riccardo Riccò, Aristide Ratti (terzo classificato a Rieti), Davide Bragazzi, Massimo Iannetti, Francesco Failli, Claudio Corioni, Daniele Colli e il vincitore Emanuele Sella. Quest´ultimo, nonostante il fisico da scalatore, stupì con una fuga coraggiosa negli ultimi 70 chilometri con Fabio Boccialoni beffando le ruote veloci.
Gli applausi e il calore del pubblico reatino accolsero la galoppata trionfante di Sella che si liberò del compagno di fuga Boccialoni a 30 chilometri dalla conclusione e il circuito cittadino di Rieti divenne una passerella per lo stesso Sella che ricevette anche i complimenti dall´ex commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo professionisti Franco Ballerini presente come ospite d'onore.
L'edizione 2009 (dopo 5 anni di interruzione) è quella ancor più memorabile per il pubblico reatino che festeggiò la vittoria del proprio concittadino Antonio Di Battista. Da profeta in patria, si regalò il più bel successo della sua carriera dilettantistica sulle strade di casa.
È storia dello scorso anno la vittoria di Salvatore Puccio attualmente professionista con la Sky di Mark Cavendish e Bradley Wiggins. Puccio, con la maglia della Hopplà, dettò maggiormente il ritmo nel finale in salita, a lui molto congeniale, facendo scremare il numero di pretendenti al successo. Fu grazie al rientro del compagno di squadra Davide Mucelli negli ultimi chilometri che si concretizzò il successo a Rieti in un´annata veramente da incorniciare con in testa il Giro delle Fiandre under 23, una tappa alla Toscana Terra di Ciclismo e la Firenze-Viareggio.
La manifestazione entrerà nel vivo domani con le operazioni di verifica licenze ante gara, ospitate all´interno del centro sociale di Villa Reatina in Via Pierino Mitrotti dalle 8,30 alle 11,30. Le squadre sfileranno una ad una per la firma del foglio di partenza dalle 13,00 alle 13,40 all'esterno del Bar Jolly e poi raggiungeranno ad andatura turistica Piazzale Leoni (adiacente al camposcuola) per la partenza ufficiale prevista alle 14,00. Arrivo previsto in Via Canali tra le 17,30 e le 18,00.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.