22 maggio 2005 - G.P. Berco - Città di Copparo

Il 22 maggio alle ore 14.30 prenderà il via la 7ª edizione del Gran Premio Berco per elite/under23, che si preannuncia combattuta e da non perdere. Basta scrutare la storia di questa manifestazione, il suo albo d'oro o soltanto leggere l'elenco dei partenti, che ci si può facilmente accorgere dell'alto grado di abilità che serve per portarsi a casa la vittoria. Ripristinato 6 anni fa, dopo una lunga pausa di ben 45 anni, il Gran Premio Berco conta la sua prima edizione nel 1949 per mano dei commendatori Michelini, Bertoni e Cotti. Nata a carattere regionale, per dilettanti e sulle tre province, la gara nel '50 divenne nazionale e l'anno dopo, da internazionale, banco di prova per i "puri" d'Europa. Il tutto, con l'organizzazione a cura della Polisportiva Aziendale Berco, spalla e sostegno fin dalle prime pedalate della manifestazione. Lungo stop (1954) e nuovo start, nel 1999, con il Ciclosport Copparo che rinsalda il feeling con la Berco, grazie all'approvazione del suo amministratore delegato Giovanni Bertoni, e inizia a scrivere i successivi nomi nell'albo d'oro, ricco di campioni, alcuni dei quali passati al professionismo. Solo per citarne alcuni, Ciancola (campione del mondo), Vincenzo Zucconelli (copparese olimpionico), Peverati (vincitore del Berco '53) e Guerrini, ma tanti altri nomi importanti hanno preso il via da Copparo, come D'Amore (olimpionico juniores), Cadamuro (protagonista al Giro d'Italia), l'argentino Richeze (vincitore dell'ultima edizione del Berco), ma soprattutto Michele Maccanti, ciclista locale che ha appena varcato le porte del professionismo e già messo una vittoria e buoni piazzamenti in bacheca.
Alla prova saranno alla partenza più di 150 atleti dislocati nelle diverse formazioni in arrivo da tutto il nord Italia, tra cui Trevigiani con Gelain, Beccaro e Amerighi; Eternedile con Belletti, Marangoni e Pontiroli; Mantovani con Merlo e Marconi; Zalf con Geremia, Dal Fiume con Montanari e Quarantini.
Al via ci saranno anche i portacolori della locale Ceramiche Rb che si faranno guerra "in casa" per conquistare il titolo di campione provinciale in palio. Fuori da questa lizza, ma comunque da non sottovalutare, l'estense Damiano Margutti (Eternedile), che, nato da genitori copparesi, sarà forse quello più tifato e con più responsabilità sulle spalle. Patrocinato da Regione Emilia Romagna, Provincia di Ferrara, Comune di Copparo, Banca Antonveneta e la Nuova Ferrara, il Gran Premio Berco presenterà un circuito cittadino di 6,6 km, da ripetersi 20 volte per un totale di 132 km, che ben si presteranno sia ad un arrivo in volata che al trionfo di fughe. Il via sarà dato alle ore 14.30 nel cuore di Copparo, ma la sfilata degli atleti per il foglio di firma inizierà alle ore 11.30. La gara si snoderà in diverse vie cittadine, dove il pubblico potrà vivere la manifestazione da diverse interessanti angolature: Via Carducci, Via Alighieri, Via Guarda, Via Bacchelli, Via Da Vinci, Via Michelangelo, Via Aldo Moro, Viale Carducci.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.