25 aprile 1957 - G.P. della Liberazione

Il Gran Premio Liberazione è arrivato alla XII edizione ed è valevole per l'assegnazione del Trofeo AB.AR., la nota organizzazione commerciale di arredamento e di abbigliamento con sede in piazza SS Apostoli. La corsa è organizzata dalla AS Monti e patrocinata dal giornale l'Unità, e, come ogni anno, parteciperanno i migliori dilettanti del Lazio e molti di altre regioni. Per quanto riguarda i corridori pronosticati per la vittoria, c'è da premettere che tra i favoriti rientrano di diritto molti corridori laziali; innanzitutto perché conoscono la strada a menadito, quindi perché hanno confidenza con i segreti della pista d'arrivo e poi perché quest'anno sono un gruppo molto forte. Facciamo qualche nome: Turchetti, Martellotti, Conti, Frezza, Ippoliti, Marzullo, Trape Livio, il toscano Talini, Iotti, Mora, Casodi e Taddei. Le asperità di giornata sono nella prima parte di gara e sicuramente sui tornanti di San Vito si scatenerà la battaglia, ma dalla vetta ci sono ancora tanti chilometri da percorrere e sarà probabile che si formi così un gruppetto chi si batterà per la vittoria sul difficile anello del Motovelodromo Appio. Poiché alcuni corridori, che hanno precedentemente chiesto l'iscrizione, giungeranno a Roma solo la mattina della gara, le operazioni di punzonatura proseguiranno fino a pochi minuti prima della partenza. Appuntamento alle ore 7 del giorno 25 aprile davanti al Motovelodromo Appio (via Appia) con la partenza che sarà data alle ore 8 dalla stessa località. Arrivo sulla pista del Motovelodromo Appio intorno alle 12.10-12.30. In caso di pioggia l'arrivo avverrà sulla via Appia davanti al Motovelodromo.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.