9 ottobre 2011 - G.P. Beghelli

Partenza ufficiale alle 11.16 con 163 atleti al via. Non parte Matic Strgar (Team Vorarlberg). Fin da subito velocità molto sostenuta e dal gruppo fuoriesce Ben Gastauer (AG2R La Mondiale), che guadagna subito 30". Al km 20 il vantaggio del fuggitivo è già di 1'25". Il gruppo lascia fare e, al km 26, il battistrada pedala con 5' di vantaggio. Al km 35 otto contrattaccanti si portano a 5'20 dal battistrada, mentre il gruppo è segnalato a 5'48". I contrattaccanti sono Mirko Tedeschi (Lampre ISD), Thomas Peterson (Team Garmin Cervelo), Arkimedes Arguelyes (Katusha), Geoffrey Soupe (FDJ), Leonardo Giordani (Farnese Vini Neri Sottoli), Gianluca Brambilla (Colnago Csf Inox), Paolo Ciavatta (Acqua & Sapone) e Simone Masciarelli (Acqua & Sapone). Dopo un'ora di corsa la media è di 46,400 km/h; gli otto inseguitori sono a 4'18" da Gastauer, il gruppo condotto dalla Geox TMC a 5'10". Al km 63 gli otto contrattaccanti vengono ripresi dal gruppo e, al km 66, all'inseguimento di Gastauer si portano Diego Caccia (Farnese Vini Neri Sottoli), Leonardo Pinizzotto (Miche Guerciotti) e Gianluca Brambilla (Colnago Csf Inox). Al km 69 i tre inseguitori pedalano a 2'14" dal battistrada. Il gruppo a 2'34". All'inseguimento di Gastauer rimangono solamente Caccia e Pinizzotto, mentre Brambilla si lascia sfilare in attesa del gruppo, che ora è segnalato a 3'. All'uscita dell'abitato di Mulino, il battistrada pedala con 1'30" su Caccia e Pinizzotto e 4'20" sul gruppo. Al primo passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 79 - nove giri alla conclusione) Gastauer ha un vantaggio sui primi due inseguitori di 1'13". Il gruppo a 4'50". La media dopo la seconda ora di gara è di 44,500 km/h. Al km 91 Caccia e Pinizzotto stanno per raggiungere Gastauer, mentre il gruppo è segnalato a 4'. Secondo passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 92 - otto giri alla conclusione): Gastauer transita con 14" su Caccia e Pinizzotto, il gruppo a 3'38". Al km 99 al comando della gara si forma un terzetto composto da Ben Gastauer (AG2R La Mondiale), Diego Caccia (Farnese Vini Neri Sottoli) e Leonardo Pinizzotto (Miche Guerciotti). Dopo la seconda ascesa a Zappolino, la prima parte del gruppo forte di una quindicina di unità, tra cui il campione italiano Giovanni Visconti e Filippo Pozzato, si trova a 1'20" dai tre uomini al comando. A 2'15" viaggia un secondo gruppo. Al terzo passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 105 - sette giri alla conclusione) Caccia, Pinizzotto, Gastauer transitano con 50" sui primi inseguitori, il secondo gruppo a 1'30". Il gruppo dei primi 15 inseguitori è composto da: Mollema e Niermann (Rabobank), Monfort e Zaugg (Leopard Trek), Pozzato e Paolini (Katusha), Gorato (Geox Tmc), Pinot (FDJ), Visconti (Farnese Vini Neri Sottoli), Belletti (Colnago Csf Inox), Di Paolo, Donati, Corioni e Taborre (Acqua & Sapone) e Rubiano Chavez (D'Angelo & Antenucci Nippo) I 15 raggiungono Gastauer, Caccia e Linizzotto e al comando si forma un gruppo di 18 unità. Il primo gruppo inseguitore a 1'30". I battistrada transitano sullo Zappolino con soli 30" di vantaggio sul gruppo guidato dalla FDJ. Gastauer, protagonista della fuga iniziale di giornata, e Pinizzotto vengono segnalati in difficoltà. Al km 118 al comando della corsa rimangono in sedici: il gruppo a 50". Al quarto passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 119 - sei giri alla conclusione) i 16 al comando transitano con 1'35" sul gruppo guidato dall'Astana. Al Gpm di Zappolino transita per primo Filippo Pozzato; il gruppo pedala con 1'40" di distacco. Al quinto passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 132 - cinque giri alla conclusione) i 16 al comando proseguono nella loro azione con 1'40". Sesto passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 145 - quattro giri alla conclusione): per i battistrada vantaggio di 1'47" sul gruppo guidato da Liquigas Cannondale. Al settimo passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 159 - tre giri alla conclusione) i fuggitivi transitano con 1'46" di vantaggio sul gruppo. All'ottavo passaggio sotto lo striscione d'arrivo (km 172 - due giri alla conclusione) il gruppo transita con 1'20" di ritardo. Lungo l'ascesa verso Zappolino perde contatto dal gruppo di testa Di Paolo. Al comando rimangono in 15 con 1' di vantaggio sul gruppo. Nono passaggio sotto lo striscione d'arrivo; inizia ultimo giro (-14 km all'arrivo) con i battistrada che transitano con 1'13" sul gruppo. Lungo la salita verso Zappolino il gruppo è segnalato a 42" dai battistrada. Sotto la spinta della Lampre Isd il gruppo si avvicina ai battistrada e ora è segnalato a soli 34". In testa allunga Pozzato e il suo forcing screma il gruppetto di testa, forte ora di 12 unità. Pozzato insiste nella sua azione e ha un vantaggio di 16" su nove atleti, tra cui Paolini, Taborre, Belletti e Visconti, il gruppo a 32". Solo 8" di vantaggio per Pozzato a meno di 2 km dall'arrivo, ma nel finale il battistrada è imprendibile e vince in solitaria con 19" sul primo gruppetto inseguitore regolato da Belletti su Visconti e Rubiano Chavez.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.