1 agosto 1989 - Coppa Placci

Partenza da Imola e arrivo inedito, in salita, sulla Rocca del Titano, in quel di San Marino, dopo 239,5 chilometri. La giornata è fresca e disturbata dalla pioggia. Partenza subito veloce con Breme, Roche, Cecini e Pagnin che provano la fuga, ma il gruppo non lascia spazio e i battistrada, dopo aver raggiunto un vantaggio massimo di 37", vengono riassorbiti. Segue una fase di stallo con un rallentamento sulle colline romagnole. Al km 138 allunga Tchmil, sulla cui scia si portano una trentina di corridori. Questi battistrada iniziano il circuito finale con un vantaggio di 1'30" sul resto del gruppo. A Fiorentino (50 km al traguardo) scatta Franco Chioccioli; lo seguono Iarochenko, Ivanov, Passera, Cesarini, Ballerini, Chiappucci e Vannucci. Poi, sui primi, rinvengono anche Vitali, Tchmil e Furlan, mentre Chioccioli ed Ivanov perdono le ruote dei migliori e dopo poco si ritirano. Ai -5 all'arrivo, in discesa, Chiappucci aumenta il ritmo; il ventiseienne varesino insiste nella sua azione, spinge a fondo nella rampa finale e, dopo un'innumerevole serie di piazzamenti, coglie la prima vittoria alla sua quinta stagione da professionista. Secondo, in solitaria, giunge Ballerini con un ritardo di 15", a seguire Passera e Cesarini a 30", Furlan a 36" e Tchmil a 40".
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.