1 agosto 2010 - Trofeo Matteotti

Si corre il Trofeo Matteotti, classica del ciclismo italiano, giunta alla 64^ edizione e recuperata felicemente dopo un anno di sosta forzata. Prendono il via in 121 da Piazza Duca degli Abruzzi, a Pescara, presente il neo C.T. della nazionale azzurra Paolo Bettini, vincitore del Matteotti nel 2008. Il via ufficiale alle ore 11.15, starter l'assessore allo sport della Provincia, Aurelio Cilli.
I primi giri sono percorsi a velocità sostenuta: il gruppo pedala oltre i 40 chilometri orari nella prima parte di corsa. Dopo diversi allunghi, l'azione più importante vede protagonista Vojtech Hacecky dell'Atlas Personal, che costringe gli inseguitori a darci dentro prima di arrendersi ad una trentina di chilometri dall'arrivo. Dopo che il gruppo è tornato a ranghi compatti, il giudizio è rimesso all'ultima scalata di Pescara Colli. Qui prendono decisamente il comando in quattro: Riccardo Chiarini (De Rosa-Stac Plastic), Leonardo Bertagnolli (Androni Giocattoli), Rubiano Chavez (Meridiana Kamen Team) e Domenico Pozzovivo della Colnago-Csf Inox. I battistrada guadagnano quindici preziosissimi secondi, sufficienti a impedire il recupero agli inseguitori. Tra questi il tricolore Giovanni Visconti (Isd Neri), generoso nel porsi all'inseguimento, ma troppo tardi per ricucire sui fuggitivi che volano in perfetto accordo verso il traguardo. Con una volata di potenza e rabbia Riccardo Chiarini coglie l'occasione che aspettava da troppo tempo ed ottiene la prima vittoria da professionista. Nulla da fare per Bertagnolli e Rubiano Chavez, mentre Pozzovivo non tenta neppure lo sprint. A 7" Oscar Gatto regola il gruppetto dei primi inseguitori. A seguire Bailetti, Callegarin, Muto e Visconti.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.