Storia di Eros Capecchi

Eros nasce il 13 giugno 1986 a Castiglion del Lago. Inizia a correre all'età di 8 anni con la Nestor Marsciano. Il nonno lo accompagna sempre agli allenamenti, ma la sede è troppo lontano così cambia squadra e corre con la Uc Quota Mille di Camucia. Da esordiente ed allievo (4 anni) corre con l'Olimpia Valdarnese di Montevarchi. Nel 2000 è campione toscano su pista, mentre su strada non vince tanto, ma quando lo fa è sempre per distacco. Nel biennio 2002/3 corre con l'Arianna Rimor; il primo anno da juniores vince 5 corse ed ottiene importanti piazzamenti come il 2° posto al Trofeo Buffoni. Indossa anche la maglia azzurra con la quale a luglio vince una tappa del Giro dell'Austria. Per i Mondiali di Hamilton è solo riserva a casa e la delusione è immensa.
I tecnici lo definiscono scalatore, ma in effetti va bene anche sul passo e si difende nelle volate ristrette. La stagione 2004 porta ad Eros 14 vittorie ed un quarto posto al Mondiale di Verona. Tra le corse di maggior rilievo spiccano il Campionato Italiano, il Trofeo Buffoni, le Nazionali di Aquino, Turano e la Tre Giorni Orobica, in campo internazionale due tappe al G.P. Ruebliland.
La Saeco, viste le sue qualità, lo contatta già da juniores proponendogli un contratto professionistico. Poi Corti e Martinelli (Saeco) sono costretti nel 2005 per questioni di sponsor ad accorparsi alla Lampre del team manager Saronni, ed Eros per paura di rimanere appiedato sceglie di firmare con la Liquigas alle stesse condizioni, quindi correndo un anno nei dilettanti ed un periodo da stagista tra i prò nel finale di stagione.
Così la stagione 2005 lo vede al via con la squadra toscana Under23 Mastromarco e da agosto è stagista tra i professionisti con la Liquigas-Bianchi. In questi pochi mesi nella categoria maggiore non ottiene risultati di rilievo, ma matura una discreta esperienza che gli tornerà utile per la stagione 2006, la prima da professionista sempre con la maglia Liquigas.
Articolo inviato da: Paolo Mannini (Firenze)
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.