Storia di Franco Balmamion

Giovanissimo ha mostrato una regolarità e una continuità d'azione tali da aggiudicarsi i Giri d'Italia del '62 e '63 senza imporsi nemmeno in una tappa (come del resto negli altri otto Giri da lui disputati e conclusi). Fece sensazione il colpo di mano che mandò su tutte le furie il suo capitano nella Carpano Nino Defilippis in virtù della quale riuscì poi ad assicurarsi la prima maglia rosa. Senza squadra nel '66 divenne leader della formazione che, appositamente, fu creata da Teofilo Sanson, ma nel '67 passò alla Molteni con la quale si classificò terzo al Tour de France e si laureò campione d'Italia vincendo per distacco un severo Giro di Toscana: sulle strade toscane sfruttò alla perfezione il tatticismo dei favoriti per piazzare l'assolo vincente a 20 km dall'arrivo. E' stato 5 volte in Nazionale ai Mondiali con miglior piazzamento l'ottavo posto nel 1965. Poche perle (12 vittorie) di una carriera che nelle ultime tre annate non gli dette più la gioia della vittoria.
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.