Umberto Silvestri un mito dello sport romano e nazionale

Umberto Silvestri, romano classe 1915, è stato un atleta eclettico che è riuscito a svettare nella sua vita agonistica nella lotta, nel ciclismo e nel rugby. Per capirne la grandezza basta leggere il suo curriculum: tre partecipazioni olimpiche da lottatore nel '36 a Berlino (quinto assoluto e miglior lottatore giovane dell'Olimpiade), nel '48 a Londra (fuori al secondo turno per infortunio), nel '52 a Helsinki (sesto posto).
Ancora nella lotta 10 titoli italiani nella greco-romana e 1 nella libera, oltre a 211 maglie azzurre con una medaglia di bronzo nei Campionati Europei del 1947 e il titolo ai Giochi del Mediterraneo del 1951.
Nel ciclismo tre vittorie da dilettante tra cui la Coppa Stinchelli.
Nel rugby Umbertone Silvestri onorò la maglia bianconera della Rugby Roma con 56 presenze, due scudetti nel 1948-'49 e nel '49-'50 e due presenze in azzurro.
Un vero mito dello sport romano e nazionale che, parallelamente all'attività agonistica, ha interpretato ruoli minori in varie produzioni cinematografiche a partire dal 1941, recitando in film di successo come "Spartaco" (1953) e "Ulisse" (1954), nel quale interpreta Polifemo.
Articolo inviato da: Paolo Mannini (Firenze)
©2002-2020 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.