Agostino Granaglia

Nato il 22 marzo 1884 a Torino ed ivi deceduto il 23 ottobre 1941. Sprinter. Professionista dal 1903 al 1906, con un numero imprecisato di vittorie su pista.
Un velocista breve ed intenso, perché in un lustro vinse, o andò vicino a vincere, il meglio del possibile per uno sprinter. Di costituzione robusta, scelse la pista appena imparò ad usare il mezzo bicicletta, ma passò tardi all'agonismo. Nel 1902, sei mesi dopo il debutto, era già un big: vinse il Titolo Italiano fra i dilettanti ed ai Mondiali di Roma fu superato solo in semifinale. Si ripeté ai Tricolori nel 1903, ma ai Mondiali di Copenaghen fu eliminato in batteria. Passato professionista nel 1904, vinse il GP di Alessandria e fu 3° agli Italiani. Anche l'anno dopo conquistò il medesimo piazzamento ai Campionati Italiani. Una grossa flessione nel 1906, lo convinse a tornare dilettante nel 1907. E ritornò competitivo, conquistando il 2° posto ai Tricolori, ma ad ottobre chiuse col ciclismo agonistico.
Articolo inviato da: Maurizio Ricci (Morris) ()
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.