Achille Galadini

Nato nel 1875 a Roma e qui morì il 7 aprile 1942. Professionista dal 1902 al 1905 con una vittoria su strada. Un sola stagione impegnata su strada per questo piccolo gladiatore che colse nella corsa del XX settembre del 1904, il suo unico successo nella massima categoria, staccando tutti i migliori nei chilometri finali. Concluse i 460 chilometri della prova, nell'allora bella media di 26 km/h. Nel 1905 trovò accasamento nella Rudge, ma un vistoso calo di rendimento, lo spinse due mesi dopo a chiudere col ciclismo. In origine era uno che se la cavava benissimo su pista. Nel 1902 fu selezionato per i Campionato Mondiali, nella specialità della velocità. Fu eliminato in semifinale.
Articolo inviato da: Maurizio Ricci (Morris) ()
©2002-2019 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.